"Butta via la droga, non la vita"

21 novembre 2023

Lo spot televisivo (30")

Lo spot radio (30")

Secondo i dati contenuti nella Relazione del 2023 al Parlamento sul fenomeno delle tossicodipendenze in Italia, nel 2022, quasi il 10% degli accessi al pronto soccorso direttamente droga-correlati ha riguardato minorenni e circa il 14% i 18-24enni. Tra i ricoveri con diagnosi principale droga-correlata, il 15% ha riguardato persone con meno di 24 anni, un dato in aumento rispetto all’anno precedente. Sempre nel 2022, si è osservata, inoltre, una generale riduzione dell’età media dei ricoverati, specialmente nel genere femminile.

La campagna di comunicazione istituzionale, realizzata dal Dipartimento per le politiche antidroga e dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria, vuole sensibilizzare rispetto all’importanza di fare prevenzione ogni giorno sul rischio per la salute derivante dall’utilizzo di droghe e contrastare le dipendenze, soprattutto tra i giovani.

Obiettivi

La campagna ha lo scopo principale di sensibilizzare i giovani, e con loro le famiglie, rispetto al fatto che l’utilizzo di qualsiasi sostanza stupefacente è un rischio per la salute, un rischio che potrebbe portare a buttare via la propria vita.

Target

La campagna è rivolta principalmente ai giovani, ma anche a famiglie ed educatori.

Contenuto dei messaggi

Lo spot ha come protagonisti due ragazzi, con alcuni anni di differenza l’uno dall’altro. È il più piccolo che, avvicinandosi al maggiore e vedendo che quest’ultimo è intento a prepararsi per fumare, gli chiede prima cosa stia facendo e in seguito, nonostante la risposta seccata dell’altro, gli ricorda come tutte le droghe facciano male e come abbia già visto, purtroppo, in passato le conseguenze dell’utilizzo di sostanze stupefacenti. A questo punto è una voce fuori campo che ricorda come, nel 2022, quasi il 10% degli accessi al pronto soccorso direttamente droga-correlati abbia riguardato minorenni. Lo spot si chiude con il primo piano del protagonista più piccolo come età: “Butta via la droga, non la vita” è la sua ultima frase.

Strumenti e mezzi

La campagna è diffusa sulle reti Rai (spot tv e radio) e sul web.

 

buttavialadroganonlavita
Torna all'inizio del contenuto