Nuovo report di EMCDDA ed Europol sull’analisi dei mercati europei delle droghe

24 gennaio 2024

Quali sono gli ultimi cambiamenti nel mercato degli oppiacei dell'Unione Europea? In che modo gli sviluppi geopolitici globali stanno influenzando l'approvvigionamento? Le rotte del traffico di eroina stanno cambiando? In che misura gli oppiacei sintetici costituiscono una minaccia per l'Europa? Questi sono alcuni dei temi affrontati oggi durante l’evento on line organizzato dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA) e dall’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione nell’attività di contrasto (Europol) sul nuovo report “Mercato delle Droghe dell'Unione Europea: eroina e altri oppiacei”.

L'analisi descrive il mercato europeo dell'eroina (l'oppiaceo illecito più frequentemente utilizzato), dalla produzione al traffico, dalla distribuzione all'uso, con dettagli rispetto a processi, materiali e attività criminali coinvolte in diverse fasi e livelli del mercato.

Secondo i dati contenuti nel report, si stima che il mercato al dettaglio dell'eroina dell'Unione Europea valga almeno 5,2 miliardi di euro all'anno. La quantità di eroina sequestrata dagli Stati membri è più che raddoppiata nel 2021 arrivando a 9,5 tonnellate, la cifra più alta degli ultimi 20 anni, con grandi spedizioni individuate nei porti marittimi.

L'uso illecito di oppiacei rimane una preoccupazione principale in Europa: si stima ci sia circa 1 milione di persone ad alto rischio e gli oppiacei sarebbero responsabili di circa tre quarti delle oltre 6.000 morti per overdose correlate alle droghe nel 2021.

Il traffico e la distribuzione di eroina sono, quindi, attività fondamentali per alcune reti criminali che operano nella UE le quali fanno affidamento su riciclaggio di denaro derivante dalla corruzione nel mercato illecito dell'eroina.

Nell'ambito delle attività investigative e di contrasto alla criminalità, EMCDDA ed Europol continuano a raccomandare un'attenzione sempre maggiore rivolta agli sviluppi preoccupanti legati alla produzione di oppioidi sintetici in Europa. La risposta a questa sfida - secondo gli esperti intervenuti a vario titolo all’evento -   richiede un approccio integrato che coinvolga tutte le parti interessate, compresi gli organismi di contrasto alla criminalità, e le istituzioni internazionali.

#emcdda
Torna all'inizio del contenuto